falegnameria

 

“Resisti all’idea che l’Architettura sia un edificio”

Il legno è un prodotto naturale che una volta tagliato e trasformato inizia una seconda vita. Potrà sembrare un’affermazione scontata, ma non lo è affatto se consideriamo in che modo l’industria ha cambiato il modo di utilizzare e di pensare il legno come materiale da costruzione: C’è una sorta di trattamento sintetico, una tendenza a renderlo tutto di un certo colore o a trasformarlo in pannellature. É venuta a mancare quella “sincerità costruttiva” che un tempo contraddistingueva ogni oggetto di produzione artigianale, ma soprattutto quel rapporto diretto, fatto di reciproca fiducia e collaborazione fra committente e artigiano, condizioni che hanno modificato negativamente il buongusto e le aspettative delle persone. Credo pertanto che sia indispensabile recuperare la manualità di un tempo e ritornare ad una lavorazione a “regola d’arte” che sia rispettosa della materia. 

Il lavoro del falegname non è molto dissimile da quello del “capomastro” medievale, mezzo muratore e mezzo architetto in grado di costruire da solo architetture. Un mobile infatti altro non è che un’architettura in miniatura che entra nelle nostre abitazioni, un gioco sapiente di volumi, che serve a migliorare la nostra vita. Da queste semplici osservazioni si capisce l’importanza di progettare e di costruire, anche se a volte le azioni possono scambiarsi o confondersi. E in tutto questo entra in gioco anche un’altro fattore importante: il tempo.

Utilizzo le macchine solo per le lavorazioni di sgrossatura, mentre le mani continuano ancora ad essere protagoniste quando c’è da incollare, assemblare o trattare il legno. Anche per questo eventuali imperfezioni sono da considerarsi non come difetti, ma come caratteristiche della lavorazione manuale. Imposto tutte le operazioni al fine di produrre il minor scarto di materiale possibile (che verrà comunque recuperato) e utilizzando colle e finiture non dannose per la salute.

Realizzo mobili e arredamenti su misura, porte e finestre, progettati personalmente o su disegno fornito dal cliente, scegliendo i materiali e la finitura più adatti al caso. Costruisco anche cornici di varia tipologia e grandezza, studiate appositamente per la foto o stampa che si andrà a montare. L’esperienza mi ha insegnato che i lavori migliori sono quelli che nascono dalla sinergia fra più persone, per questo motivo e se il lavoro lo richiede, mi avvalgo spesso della collaborazione di artigiani e artisti.